Vi siete mai più chiesti in qualità di funziona la retroilluminazione LED? Siamo andati da LG Verso "sbirciare" indietro ai pannelli dei TV LED, Full LED e Nano Full LED. E i abbiamo messi "a nudo".

Qual è la differenza tra LED Edge e Full LED? Come funzionano esattamente?

Per scoprirlo siamo andati a curiosare dietro ai pannelli di quattro TELEVISORI LG, rispettivamente LED Edge (chiamata semplicemente LED), Full LED e il Nano Full LED. La tecnologia LED (in realtà un LED Edge) è impiegata nella gamma bassa e consente di realizzare TV è sottile, ma, senza local dimming, ovvero controllo separato delle diverse zone delle immagini. In questo la tecnologia i LED sono posti lungo i bordi TV e puntano verso l'interno. Il passo successivo è il Full LED, in cui i LED sono distribuiti uniformemente dietro il pannello LCD e puntano verso lo spettatore. In questo caso è possibile implementare il local dimming, ma lo spessore del TV sale inevitabilmente. Una seconda opzione Full LED (come mostrato nell'ultima parte del video) permette di mantenere una distribuzione uniforme dei LED, ma sì che i diodi siano orientati come nel LED Edge; in questo modo di ottengono i vantaggi qualitativi del Full LED mantenendo lo spessore Edge LED. Questa soluzione è stata implementata nella serie di LX9800. Ultima evoluzione e infine il Nano Full LED, impiegato nei più recenti TV di fascia alta.

il mercato dei televisori ha avuto un’espansione incredibile nell'ultimo decennio. Tuttavia, purtroppo, di più sono state le dimensioni del televisore, maggiore era il peso che questi hanno raggiunto. Con lo sviluppo delle nuove tecnologie (LCD e Plasma) il problema era la diga, riducendo notevolmente il peso dei televisori senza diminuire le dimensioni dello schermo.

Non tutti sanno, però, che i televisori LED sono l'evoluzione di televisori LCD, Plasma, non, come si potrebbe erroneamente pensare: sostanzialmente è un televisore che utilizza i LED per proiettare la sua luce.

Tutti i TELEVISORI LCD sono retroilluminati in quanto utilizzano la tecnologia trasmissiva ciò che non produce luce propria. Così per ottenere l’immagine su un monitor LCD è necessaria una fonte luminosa separata dal monitor vero e proprio costituito da un blocco LCD. Attualmente la maggior parte di monitor LCD utilizzi la tecnologia CCFL (cold cathode fluorescent lamps) che ha dato buoni i colori e luminosità ed un decente contrasto ma non neri di ottima qualità, dominio della tecnologia plasma.

La tecnologia LED, applicata sui nuovi televisori LCD, serve a migliorare notevolmente la qualità e la nitidezza dell'immagine, ottenendo il nero molto più significativi ed aumentando di molto il valore del che in una TV LCD con tecnologia LED in grado di ricevere fino a 5.000.000:1 (ad esempio per il Toshiba Regza 55X1).

la tecnologia LCD viene utilizzata sui televisori in due modi:

l'illuminazione di bordo (Edge lit.)

In questo caso i LED si trovano ai bordi dello schermo in modo tale che da questa posizione la luce viene distribuita lungo tutto lo schermo e il suo spessore ridotto al minimo. Tuttavia, nonostante la qualità è meglio della schermi CCFL, la profondità del nero non è abbastanza alto e se si osserva da vicino, l’area perimetrale more info dello schermo è più luminoso rispetto al centro.

Full-array illuminazione (Full matrix LED)

Per ottenere il massimo beneficio dall'utilizzo della tecnologia a LED, alcuni produttori utilizzano una matrice avanzate LED su più righe che vanno a coprire l'intera superficie dello schermo. Nonostante ciò renda più spesso il TV, grande distribuzione LED rende i colori più vivaci e un maggior contrasto. Un beneficio riscontrabile dal full-array-backlighting può essere osservato in modalità“local dimming” (parziale oscuramento)) il che significa che ogni LED o una particolare area di LED può essere accesa o spenta indipendentemente dal resto dello schermo al fine di restituire la massima resa in termini di luminosità e buio per quella particolare area. Meraviglioso il contrasto viene registrato tra le regioni, con retroilluminazione e quelli volutamente lasciate accese.

In altre parole, maggiore è il controllo del dimming maggiore è la qualità dell'immagine in generale.

Ma dato che la popolarità e la domanda che l'aumento e la ricerca sta evolvendo, probabilmente ci si può aspettare presto LED RGB che produrrà un colore ancora migliori, ricchi e densi.

TV LED in grado di produrre più profondi, immagini più luminose e più elevati livelli di contrasto, sono più sottili, in particolare quelli con sistema edge lighting, forniscono una migliore visione laterale comuni monitor LCD, LED durano maggiormente, i LED consumano meno energia e sono più efficaci monitor CCFL, plasma e CRT, il LED non utilizzano mercurio come alcuni metodi di retroilluminazione.

Ma ci sono tecnologie più avanzata del LED: led.

Essi utilizzano un sottile film organico su tutta la superficie con un semplice processo di stampa e hanno numerosi vantaggi se comparati ai tradizionali monitor in quanto non hanno bisogno di retroilluminazione il chè è un plus in termini di risparmio energetico.

Per molti consumatori lo spessore vale la pena quindi tale tecnologia ci si aspetta avrà molto successo in futuro. L'unico problema, non da poco, è dove inserire in uno spazio così piccolo altoparlanti, dischi di massa e tutto il resto. Il vero limite di OLED è attualmente il ciclo di vita piuttosto limitato che si aggira sulle 5000 ore contro le 60000 dei monitor tradizionali.

Naturalmente, oggi, l'acquisto di un televisore è davvero diventato complesso, vista la moltitudine di prodotti che ci offrono, ma che apparentemente sono uguali: esiste, infatti, la tv adatto a tutte le esigenze, a seconda delle periferiche che ci andranno collegate. I tre principali, a mio parere, che vanno presi in esame per la scelta del corretto tv:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *